Quale famiglia

3 Set

famiglia2Quando mi è stato chiesto di scrivere un articolo sulla famiglia ho subito pensato a cosa significa la parola “FAMIGLIA” ed in particolare a come questo significato è cambiato nel corso dei tempi per non parlare di come viene inteso in culture diverse da quella occidentale.

Per definizione, la famiglia è: “l’istituzione fondamentale in ogni società umana, fondata sul matrimonio o la convivenza, con i caratteri della esclusività, della stabilità e della responsabilità, attraverso la quale la società stessa si riproduce e perpetua, sia sul piano biologico, sia su quello culturale.”

La famiglia dei nostri nonni (per non andare troppo in là) era unita, molto numerosa e talvolta priva di quei confini importanti che ne determinavano i disagi dell’epoca.

 

Poi ci sono state quelle dei nostri genitori: queste erano nucleari, composte da genitori e figli.

Il nostro compito come terapeuti familiari in queste famiglie è stato ampio, volto a risanare conflitti, a gestire equilibri e dinamiche all’interno di questi sistemi.

 

E all’epoca nostra….eccoci ad un’altra tipologia di famiglia: la famiglia allargata.

 

Sarebbe interessante capire come avviene l’epilogo coniugale in evoluzione. Come intercorrono società,tempi antecedenti e valori. Ma in questa discussione voglio soffermarmi ad osservare le famiglie di oggi: quelle soprannominate allargate.

 

Mi è capitato poco tempo fa di incontrare una signora che mi ha parlato di sua figlia Elisa. Elisa è per motivi lavorativi in Sud Africa. Sarebbero andati a trovarla la madre con il compagno,i figli avuti con lui, e l’ex marito con la compagna e i figli di questi. La medesima mi riportava quanto fosse idilliaco il rapporto con la compagna dell’ex marito e come riuscissero a dialogare per il bene di Elisa. Da “quasi” terapeuta familiare mi chiedevo dunque quanto Elisa fosse fortunata ad avere un ‘cerchio’ familiare così funzionante anche nella sua ampiezza.

-Ma come affrontare in terapia questo tipo di famiglie?-

Ma le terapie familiari di oggi come vanno affrontate?

Il sistema familiare di oggi quanto è, e quanto può essere grande?

Sarebbe utile anche studiare un metodologia che i Grandi(autori?) hanno sperimentato sulle famiglie dei nostro genitori ‘aggiornata’ a questa nuova generazione di famiglia.

Quali sono le idee?

Quali sono le problematiche?

La prima cosa che mi viene in mente sono le problematiche conflittuali che potrebbero verificarsi anche esse in maniera ‘allargata’ rispetto la famiglia nucleare e di cui risulterebbero vittime i sintomatici bambini, ma non solo.

Quali sono le problematiche di oggi e di ieri?

Quali saranno i vantaggi e gli svantaggi della nostra nuova generazione allargata?…a voi l’ardua sentenza…:-)

 

Dott.ssa Carlotta Kunz

Contatti:   340 0037640

Share